Un anno di apertura per l’Unità di Crisi a Ravenna

Giovedì 20 Febbraio 2020 la prima diagnosi di Coronavirus in Italia, Domenica 23 Febbraio, appena tre giorni quella notizia così importante, l’apertura dell’Unità di Crisi della Pubblica Assistenza di Ravenna.

È trascorso un anno da quando anche l’associazione ravennate si è calata pienamente e con tutto l’impegno possibile, nell’emergenza dovuta alla pandemia da Covid-19.

Un anno che ha messo a dura prova dirigenti, operatori e volontari della Pubblica Assistenza. Un anno che ha fatto scoprire come l’impegno del Terzo Settore sia fondamentale per tutta la comunità e come la vita di ogni giorno debba fare affidamento sulla volontà e sull’impegno di un contesto imprescindibile come quello del volontariato. 

Negli occhi e nella mente di tutti sono ben impressi i momenti nei quali l’onda della pandemia ha preso forma e ha iniziato ad avanzare travolgendo ogni certezza. Quel 23 Febbraio viene ricordato spesso come una domenica di ordinaria follia. Un giorno che sembrava straordinario e che invece si è scoperto, col passare del tempo, sarebbe stato uguale a tanti altri da lì a venire. Giornate intere alla ricerca di risposte e di certezze, con il bisogno sempre più pressante e non procastinabile di Dispositivi di Protezione Individuale, difficilmente reperibili nei primi mesi di emergenza e con prezzi fuori mercato dettati dalla paura e dalla spregiudicatezza di alcuni affaristi. 

“Da marzo – racconta Angela Gulminelli, presidente della Pubblica Assistenza Città di Ravenna – siamo impegnati, oltre che nei servizi ordinari, nel trasporto in biocontenimento di pazienti Covid sospetti o positivi. Sono centinaia le persone che trasportiamo quotidianamente e che non possono certamente rinunciare alle cure. Per questo motivo dobbiamo costantemente prestare la massima attenzione, consapevoli che ogni errore metterebbe a repentaglio tutto il sistema di trasporto interospedaliero ordinario e Covid”.

Ora, dopo tanti mesi di attività incessante, una luce si intravede ed è rappresentata dai vaccini: “Tutto il personale della Pubblica Assistenza di Ravenna – spiega ancora Angela Gulminelli – ha già provveduto a vaccinarsi ed ha eseguito anche il richiamo. Siamo consapevoli dell’importanza di garantire la massima sicurezza ai tutti i nostri pazienti ed è per questo che non abbiamo avuto alcun dubbio relativo alla necessità di vaccinarci. Ora speriamo davvero che si possa procedere il più possibile veloci e spediti verso una immunizzazione di massa che ci possa consentire, nel giro di alcuni mesi, un graduale ritorno a quella normalità della quale abbiamo tutti un grandissimo bisogno”.

Lo sguardo tornerà spesso verso quella Domenica 23 Febbraio 2020, ma la speranza è che quella rappresenti ben presto solo una data storica, un giorno che non verrà mai dimenticato e che servirà da monito e da insegnamento per il futuro.

Ravenna, 23 Febbraio 2021

Pubblicato in News

Dal 1° Marzo un nuovo corso per volontari della Pubblica Assistenza

Non si ferma l’attività della Pubblica Assistenza Città di Ravenna che in questo periodo rilancia anche la formazione per l’inserimento nel proprio organico di nuovi volontari pronti ad aiutare i cittadini in diverse situazioni di necessità. E proprio il volontariato, in periodo di crisi e di emergenza come quello che stiamo vivendo sfidando quotidianamente il Coronavirus, risulta un elemento fondamentale per rendere più solida una comunità, basandosi sull’aiuto reciproco e la spirito altruistico. E nel ravennate il volontariato è da sempre alla base della nostra società, rappresenta le nostre radici, la nostra forza, la capacità di sentirsi ed essere comunità.

Dopo il grande riscontro del percorso formativo promosso nel mese di settembre, la Pubblica Assistenza Città di Ravenna si appresta dunque ad avviare un nuovo CORSO PER VOLONTARI all’interno dell’associazione.

Il corso, completamente gratuito e finalizzato allo svolgimento di attività di volontariato, prenderà il via Lunedì 1° Marzo 2021, per concludersi il 24 Aprile, ed avrà come obiettivo quello di formare personale in grado di occuparsi, tra l’altro, di:

  • Servizi di ambulanza
  • Protezione Civile
  • Volontariato sociale
  • Viaggi in auto e pulmino per trasporti
  • Assistenza durante gli eventi pubblici

Le lezioni teoriche si terranno adottando la modalità della FAD (Formazione a Distanza) nelle serate del lunedì, mercoledì e venerdì con inizio alle ore 20.30 (per quattro settimane a partire dal 1° marzo fino al 26 marzo). Le prove pratiche in presenza sono invece programmate al sabato nelle quattro date del 6 e 27 Marzo, 10 e 24 Aprile tenendo conto delle necessità e della disponibilità temporale degli iscritti.

Il corso è a numero chiuso fino ad un massimo di 30 partecipanti (saremo costretti ad evadere le richieste in base all’ordine di ricezione). Tenendo conto dell’importanza degli argomenti trattati e sull’impegno che ogni iscritto si assumerà, è quindi necessaria la pre-iscrizione compilando questo form: http://bit.ly/CorsoPARavenna2021

Al termine del percorso (che prevede un periodo di affiancamento sulle nostre ambulanze) verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per ulteriori informazioni:

Pubblica Assistenza Città di Ravenna Odv
Via Meucci, 25 – 48124 Ravenna
Tel. 0544.400888 0544.400777
info@pubblicaassistenza.ra.it
www.pubblicaassistenza.ra.it

Pubblicato in News

A Ravenna un modulo della Colonna Mobile di Protezione Civile

Sono momenti importanti, quelli odierni, per la Pubblica Assistenza Città di Ravenna che continua nel suo impegno quotidiano contro la diffusione del Covid 19 – mettendo a disposizione i propri Volontari anche per l’assistenza al servizio di vaccinazione anticovid-19 al Pala de André di Ravenna – ma, allo stesso tempo, prosegue il lavoro nell’intento di fornire una sempre migliore struttura in grado di rispondere a qualsiasi esigenza di pronto intervento in tutta la zona di riferimento.

Poche ore fa è giunto alla sede dell’associazione di Via Meucci, tramite ANPAS Emilia Romagna, un modulo tende della Colonna Mobile Regionale del Volontariato, istituita come adeguata risposta alle situazioni di crisi e di emergenza, oltre che un’efficiente gestione delle risorse.

Quello giunto a Ravenna è uno dei container funzionali di pronto impiego, pronti ad essere aggregati negli interventi di emergenza su tutto il territorio, ma anche al di fuori dei confini emiliano romagnoli e all’estero. All’interno si trovano tende per la colonna mobile che vengono utilizzate per l’allestimento dei campi.

Queste attrezzature verranno revisionate cogliendo l’occasione per formare e aggiornare i Volontari di Protezione Civile, un altro dei compiti che la Pubblica Assistenza Città di Ravenna continua a perseguire per garantire un numero sufficiente di operatori in grado di affrontare le emergenze con cognizione di causa.

Ravenna, 05 Gennaio 2021

Pubblicato in News

Attivo il progetto “ProntoComune – Emergenza Covid”

Anche la Pubblica Assistenza Città di Ravenna Odv aderisce al progetto “ProntoComune – emergenza Covid” lanciato nelle scorse ore dall’Amministrazione Comunale e, in particolare, dall’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Ravenna

Il supporto del Comune e delle numerose associazioni di volontariato del territorio alle persone più fragili non è mai venuto meno dall’inizio della pandemia da Covid-19. Alla luce però della seconda ondata e del conseguente incremento di bisogni che questa sta portando con sé, si intende perseguire un maggiore coordinamento della gestione delle diverse azioni, chiedendo anche la collaborazione di persone disponibili a svolgere attività di volontariato.

Per questo è attivo il progetto “ProntoComune – emergenza Covid”, che mette a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00 il numero telefonico 0544.482584 (mail prontocomune@comune.ra.it).

Il progetto è rivolto a persone fragili e in quarantena, prive di rete parentale e sociale, ma anche a persone disponibili a svolgere attività di volontariato nel progetto stesso. Al telefono risponderanno operatori volontari che raccoglieranno direttamente la lista della spesa per poi organizzare con le associazioni l’acquisto e la consegna, offriranno informazioni e indirizzeranno verso i servizi svolti dalle associazioni, orienteranno i cittadini e cercheranno risposte rispetto ai bisogni di servizi sociali o sanitari, raccoglieranno le disponibilità di persone a svolgere attività di volontariato tramite il progetto Laboriosamente.

Oltre che per la necessità di farsi consegnare la spesa, si può quindi telefonare anche per altri bisogni legati al Covid e alle conseguenti restrizioni, sui quali l’Amministrazione comunale cercherà di attivarsi, considerato che potrebbero, nell’evoluzione della situazione, manifestarsi anche altre esigenze.

Verranno raccolti per ogni telefonata, per censire bisogni e persone: nome e cognome, indirizzo, composizione del nucleo familiare, numero di telefono e, se possibile, indirizzo di posta elettronica.

Gli enti del terzo settore ad oggi coinvolti, oltre alla Pubblica Assistenza, sono: Auser, Cittattiva, Croce Rossa, Mistral, Centro Servizi per il Volontariato, ma naturalmente la possibilità di adesione da parte di altri soggetti è sempre aperta.

Pubblicato in News

Lanciata una nuova raccolta fondi per affrontare l’emergemza Covid-19

La sfida al Coronavirus è più viva che mai e, dopo la prima ondata dello scorso marzo, oggi la situazione, seppur con alcune differenze sostanziali tre le diverse aree italiane, è tornata ad essere difficile e impegnativa come nel recente passato.

Problemi da affrontare ogni giorno, difficoltà e timori dei cittadini in tutte le fasce di età, anche se un’attenzione particolare continua ad essere rivolta ai più anziani, tanto che la Pubblica Assistenza Città di Ravenna ha già annunciato da giorni di aver riattivato anche l’Unità di Crisi. L’associazione è dunque in prima linea come già lo era nel mese di Marzo, e come lo è sempre stata, pronta ad affrontare una seconda ondata più vasta e preoccupante della prima.

E proprio in questo periodo così impegnativo, la Pubblica Assistenza di Ravenna rilancia la sua campagna per chiedere il sostegno di tutta la cittadinanza per la raccolta fondi necessari all’acquisto di materiale di uso quotidiano nel settore sanitario e assistenziale come mascherine, gel igienizzante, prodotti per la pulizia, tute isolanti per gli operatori e materiale protettivo per i pazienti, strumenti per la sanificazione e la sanitizzazione, coperte isotermiche e tanto altro.

In questo momento di grande pressione per le strutture sanitarie, anche la Pubblica Assistenza ha bisogno di un supporto per svolgere il servizio ordinario di trasporto in ambulanza, senza il quale gli Ospedali avrebbero problemi di affluenza ancora maggiori. Ogni singolo giorno viene utilizzata una quantità incredibile di DPI, i Dispositivi di Protezione Individuale, ma anche gel igienizzante e prodotti di allestimento dei mezzi necessari a operatori e volontari per svolgere in sicurezza il loro lavoro.

Per consentire a tutti di aiutare con un piccolo gesto la Pubblica Assistenza sono stati messi a disposizione diversi canali con i quali contribuire:

  1. Raccolta fondi “Noi per voi, voi per noi” attivata sulla nota piattaforma di crowfunding Gofundme al link https://www.gofundme.com/f/noi-per-voi-voi-per-noi
  2. Donazione volontaria sul canale Paypal al link http://bit.ly/paravennapaypal
  3. Donazione volontaria attraverso l’applicazione Satyspay al link https://tag.satispay.com/PARavenna
  4. Versamento con Bonifico bancario sull’IBAN IT14A0627013181CC0810004858 intestato alla Pubblica Assistenza Città di Ravenna Odv

Tante occasioni per un gesto di solidarietà e di sostegno fondamentale in questa fase così delicata, dedicato a chi si impegna con costanza per la salute altrui.

Per contatti: Pubblica Assistenza Città di Ravenna ODV, Via Meucci n. 25 Ravenna, Tel. 0544.400777.

Preghiamo tutti di condividere questo appello sui social e su ogni piattaforma di comunicazione, pubblica e privata.

Tutte le modalità indicate per sostenere l’associazione sono reperibili sul sito www.pubblicaassistenza.ra.it oppure direttamente al link: http://www.pubblicaassistenza.ra.it/donazioni-covid-19/.

Pubblicato in News

Nuovo corso per volontari alla Pubblica Assistenza

Il volontariato è alla base della nostra società, rappresenta le sue radici, la sua forza, la capacità di sentirsi ed essere una comunità in grado di affrontare ogni problema e ogni difficoltà.

Fare squadra per essere più solidi e poter guardare al futuro con sempre maggior ottimismo per progettare un mondo sempre migliore.

La Pubblica Assistenza Città di Ravenna si appresta ad avviare un nuovo CORSO PER VOLONTARI all’interno dell’associazione.

Il corso, completamente gratuito e finalizzato allo svolgimento di attività di volontariato non retribuito presso la nostra Associazione, prenderà il via Lunedì 21 Settembre ed avrà, come finalità, quella di formare personale volontario con una spiccata capacità e volontà di aiutare il prossimo, in grado di occuparsi, tra l’altro, di:

  • Servizi di ambulanza
  • Protezione Civile
  • Volontariato sociale
  • Viaggi in auto e pulmino per trasporti
  • Assistenza durante gli eventi pubblici

Teniamo tutti a sensibilizzare sull’importanza degli argomenti trattati e sull’impegno che ogni iscritto si assumerà. Le lezioni si terranno indicativamente tre volte a settimana in orari serali e l’intero corso si strutturerà nell’arco di circa due mesi.

Il corso per volontari sarà ospitato nella sede della Pubblica Assistenza di Ravenna, o in altre sedi opportune in base alle indicazioni, ed i posti a disposizione sono limitati in base alle normative a contrasto della diffusione del Covid-19.

È dunque necessaria la pre-iscrizione compilando questo form:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSc-I2CNTna5TYPtDxy5HFtvy17F3QBVJgR5y_vxza8sd3bPlQ/viewform

Per contattarci e segnalare il vostro interesse:

Pubblica Assistenza Città di Ravenna Odv

Via Meucci, 25 – 48124 Ravenna

Tel. 0544.400888 0544.400777

info@pubblicaassistenza.ra.it

www.pubblicaassistenza.ra.it

Pubblicato in News

Il 20 e 21 settembre trasporto ai seggi elettorali per persone con difficoltà di deambulazione

Domenica 20 e lunedì 21 Settembre i cittadini italiani sono chiamati al voto per il Referendum popolare ex art. 138 della Costituzione, confermativo del testo della Legge Costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari. I seggi saranno aperti, per i quasi 120mila elettori aventi diritto nel Comune di Ravenna, domenica tutto il giorno dalle ore 7.00 alle 23.00 e il lunedì dalle ore 7.00 alle 15.00.

Come già accaduto per le precedenti tornate elettorali, anche in questa occasione la Pubblica Assistenza Città di Ravenna metterà a disposizione della cittadinanza il servizio di trasporto gratuito in ambulanza, riservato ai casi più gravi di impedimento fisico al voto per difficoltà di deambulazione o di spostamento dalla propria residenza.

Come detto, il servizio sarà completamente gratuito e permetterà a chi ne farà richiesta di raggiungere il proprio seggio, tenendo conto che tutte le sezioni elettorali del Comune di Ravenna sono accessibili da parte degli elettori non deambulanti.

La Pubblica Assistenza metterà a disposizione i propri volontari ed i mezzi necessari sia nella giornata di domenica 20 che in quella di lunedì 21 settembre. È però necessaria la prenotazione del servizio entro le ore 18.00 di Venerdì 18 Settembre al tel. 0544.505050.

Ravenna, 8 Settembre 2020

Pubblicato in News

L’iniziativa di Autolux, un gesto di solidarietà e senso civico

Nel corso degli oltre cento giorni più complicati e difficili per l’emergenza Covid-19 e il lockdown che ha messo a dura prova tutta la struttura societaria, sono stati tanti i gesti di solidarietà e di senso civico che hanno messo in mostra la capacità innata di una città come Ravenna, pronta a mettersi in gioco e impegnarsi per il bene comune. Gli esempi che si potrebbero elencare sono moltissimi e sempre toccanti, proprio perché ognuno, in base alla propria realtà e alle possibilità, ha cercato di fare il massimo spendendosi, dove possibile, in prima persona.

Tra tutte, senza per questo voler sminuire l’importanza di ogni singolo gesto, un ringraziamento va alla Autolux Ravenna Srl, società di ricambi per auto di Via Cesari che da oltre 25 anni opera nel settore fornendo supporto anche alle ambulanze della stessa Pubblica Assistenza di Ravenna. Proprio la Autolux, pur in un periodo di difficoltà economica che ha coinvolto tutti, nessuno escluso, per il rallentamento e la messa in pausa di ogni attività economica, ha deciso lanciare la campagna “Aiutiamo aiutandoci”. L’azienda infatti ha rinunciato ad una quota di incassi per dare una mano a chi, come i volontari della Pubblica Assistenza, sfidavano quotidianamente il virus per il bene della popolazione. Così, il 3% sui pagamenti scaduti o in scadenza è stato devoluto proprio alla PA. Un gesto di grande impegno sociale che ha permesso di superare la ragguardevole cifra di seimila euro.

“Come abbiamo già sottolineato in altre occasioni – dice Angela Gulminelli, presidente della stessa Pubblica Assistenza Città di Ravenna – non dimenticheremo mai la solidarietà di tante persone che ci hanno sostenuto e spinto ad andare avanti anche nei momenti più difficili. Non scorderemo tutte le donazioni, dalle più semplici come un pacchetto di mascherine o qualche DPI, fino a quelle più ingenti a livello economico. L’ho già detto, ma lo ripeto: mi piace pensare che quello che abbiamo vissuto abbia risvegliato in ognuno di noi un forte senso civico, una coscienza e una consapevolezza del ruolo che chiunque deve avere verso l’altro”. Un ringraziamento che ora si estende anche alla Autolux Ravenna: “Il loro gesto – sottolinea Angela Gulminelli – è l’ennesima dimostrazione di una sensibilità e attenzione al prossimo che rappresenta una delle colonne portanti del nostro impegno”.

Ravenna, 10 Luglio 2020

Pubblicato in News

«Adottato» dalla Bunge Italia il progetto denominato «Ambulanze a misura di bambino»

L’emergenza Covid-19 ha travolto tutto, oscurando progetti precedenti lo scoppio della pandemia e ponendo in secondo piano iniziative che ora, con un lento, ma graduale, ritorno alla normalità, tornano a guadagnare lo spazio e la visibilità che compete loro.

Tra queste, anche quella legata al progetto «Ambulanze a misura di bambino», presentato dalla Pubblica Assistenza di Ravenna in occasione dell’ottava edizione, quella del 2019, della più ampia e nota iniziativa del Comune di Ravenna denominata «Adotta un progetto sociale – Diventa un’azienda solidale».

Come tutti gli anni dal 2012 infatti, l’Amministrazione comunale di Ravenna aveva lanciato diversi mesi fa il programma che ha come scopo quello di mettere in rete le associazioni di volontariato del territorio locale e porle all’attenzione delle aziende affinché queste ultime possano sostenere le loro attività e promuovere insieme progetti innovativi pensati per il bene dell’intera comunità ravennate. Presentando le loro idee e i loro obiettivi, le associazioni hanno infatti la possibilità di vedere «adottato» un progetto e dunque finanziato da una impresa locale.

Per l’edizione 2019 la Pubblica Assistenza di Ravenna aveva posto all’attenzione della comunità proprio il progetto «Ambulanze a misura di bambino». La sicurezza durante il trasporto in ambulanza di un bambino è infatti una priorità assoluta e l’iniziativa proposta mirava ad aggiornare le attrezzature dedicate ai piccoli pazienti all’interno dei mezzi di soccorso grazie all’installazione di tre moduli specifici. Il primo di questo prevede l’acquisto di due barelle per l’immobilizzazione dei pazienti pediatrici vittime di traumi, il secondo di due sistemi di trasporto delle barelle stesse per bambini fino ai 40 kg di peso, infine il terzo mira a sostituire e aggiornate l’attrezzatura specifica da utilizzare in caso di arresto cardiaco dei piccoli pazienti.

Un progetto che, con grande soddisfazione della Pubblica Assistenza di Ravenna, è stato «adottato» dalla Bunge Italia. La multinazionale, che ha un proprio stabilimento operativo nel polo ravennate nell’area di via Baiona, dove produce olio vegetale e farine, ha infatti deciso di finanziare l’operazione con un contributo complessivo di 2.763 Euro in grado di coprire tutti i costi del progetto stesso.

«Desideriamo ringraziare la Bunge Italia – sottolinea Angela Gulminelli, presidente della Pubblica Assistenza Città di Ravenna – per l’attenzione che ha dimostrato anche in questa occasione verso la nostra città. In questo caso la nostra idea era incentrata in particolare sulle esigenze dei più piccoli, proprio perché ai bambini dobbiamo prestare un’attenzione particolare in casi di interventi di soccorso. Durante il picco dell’emergenza Covid-19 abbiamo focalizzato il nostro impegno sulla fascia più anziana della popolazione, perché considerata più a rischio dall’aggressione del virus. Ora dobbiamo lentamente tornare ad occuparci di tutta la popolazione, senza eccezioni come abbiamo sempre fatto e questa iniziativa dedicata ai più piccoli sarà una buona base di partenza».

Ravenna, 5 Giugno 2020

Pubblicato in News

Cerchiamo autisti soccorritori con esperienza per inserimento in organico

Pubblica Assistenza Città di Ravenna ODV è alla ricerca di Autisti Soccorritori, già formati e con esperienza nel settore, da impiegare sulle proprie Unità Operative Mobili a tempo determinato su turni principalmente diurni nella zona di Ravenna.

Si richiede:

– Esperienza professionale nella conduzione di mezzi di soccorso

– Patente B in corso di validità da almeno tre anni

– Attestato BLSD in corso di validità

Attenzione! L’offerta è indirizzata a personale già formato e con conoscenza del territorio, per questo è da considerare quale titolo preferenziale la figura di “Autista/Soccorritore strutturato, dipendente, non volontario” come indicato nei “Requisiti specifici per l’accreditamento delle Strutture di Soccorso/Trasporto Infermi” emanate dalla Regione Emilia Romagna.

Gli interessati sono pregati di inviare all’indirizzo info@pubblicaassistenza.ra.it lettera di presentazione e CV (da cui evincere il possesso dei requisiti e dei titoli preferenziali; non allegare tutte le certificazioni ottenute).

Pubblicato in News